su di me...

 

forse la maniera migliore per descrivere chi sono e cosa faccio è partire da un dettaglio: mi piacciono gli oggetti vecchi, usati, quelli che hanno una storia da raccontare: il vecchio macina caffè appartenuto alla nonna, Ugo, l’orsetto della mia infanzia, le vecchie foto, i vecchi oggetti di uso quotidiano logorati dal tempo. Quando tengo in mano uno di questi oggetti, mi piace immaginare il percorso che ha fatto, a chi è appartenuto, la vita di qualcun altro. I ricordi, e quindi la fotografia, sono una parte fondamentale della mia vita e del lavoro che faccio oggi. La fotografia è una passione che mi accompagna da sempre - il mio primo approccio con la camera oscura è stato nel 1993, quando avevo 13 anni - ma è con la nascita delle mie figlie che è definitivamente esplosa e maturata (maturata con un lungo processo di studio, pratica e workshop con i migliori fotografi di questo genere). Ada e Gemma sono il mio primissimo progetto fotografico a lungo termine: quello che un giorno lascerò a loro sarà un’eredità fatta di ricordi, la testimonianza visiva del percorso che oggi facciamo insieme, e il mio modo di dire loro, attraverso ogni singola immagine, quanto le amo.

17280_240775772749_478115_n(1).jpg